Il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi della Campania ‘Luigi Vanvitelli’ – di seguito denominato Dipartimento – con sede in Caserta, al Viale Ellittico n. 31, rappresentato dal Direttore Prof. Francesco Eriberto d’Ippolito, nato a 09 settembre 1970

E

La Fondazione Attua Ente del Terzo Settore – di seguito denominata Attua – con sede a Napoli in Via Fiorentini 10, codice fiscale 95262140635 nella persona del suo rappresentante legale Vanio Balzo, nato a Cerea (VR) l’11 marzo 1959, autorizzato alla stipula del presente atto,

PREMESSO CHE

Il Dipartimento ha come obiettivo la formazione e la ricerca nel campo delle Scienze Politiche attraverso metodologie didattiche e di studio fortemente interdisciplinari, nella prospettiva di offrire alla comunità degli studenti, alla comunità scientifica, agli apparati amministrativi e alle comunità territoriali (nell’ambito delle azioni di Terza Missione) gli strumenti culturali e scientifici indispensabili per governare le complesse dinamiche della contemporanea società globale.

La Fondazione Attua persegue, ai sensi dell’art.3 del proprio Statuto l’obiettivo di perseguire la finalità generale di ricerca scientifica di particolare interesse sociale, formazione universitaria e post-universitaria e organizzazione e gestione di attività culturali di interesse sociale, favorendo pratiche di organizzazione di comunità e lo sviluppo e attuazione di progetti di welfare comunitario e di valorizzazione sociale ed ambientale di assets territoriali attraverso la più ampia partecipazione delle persone alla loro formulazione, proposta e attuazione. La Fondazione promuove, altresì, iniziative finalizzate a migliorare i servizi di comunità e la coesione sociale nei territori del Mezzogiorno e, più in generale, in Italia e in ambito Euro-Mediterraneo.

CONSIDERATO CHE

La Fondazione Attua, operando sulla base di piani quadriennali e progetti articolati:

  • persegue l’obiettivo di una maggiore coesione sociale attraverso la promozione di azioni innovative, progetti, occasioni di apprendimento su varie tematiche, dalla tutela dell’ambiente, all’uso consapevole delle risorse ambientali, alla costruzione di un welfare di comunità, all’attenzione ai sistemi educativi e formativi, in particolare rivolto ai giovani ed ai cittadini per favorire una più compiuta dimensione di cittadinanza europea e mediterranea;
  • sostiene la diffusione di pratiche virtuose, favorisce l’incontro fra soggetti protagonisti di buone pratiche di welfare comunitario e di esperienze significative che aiutino l’apprendimento collettivo e contribuiscano a rafforzare scelte e comportamenti individuali;
  • divulga i risultati delle attività e dei progetti promossi e partecipa alla diffusione di nuovi filoni di approfondimento e ricerca a livello internazionale;
  • stabilisce organici rapporti con altre fondazioni, movimenti, associazioni ed ETS aventi finalità simili o integrate.

È interesse comune del Dipartimento e di Attua stabilire forme di collaborazione ai fini dell’organizzazione e realizzazione di attività di ricerca, di promozione della cultura scientifica politico-sociale, di formazione e di comunicazione.

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:

Art. 1

Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente Protocollo di Intesa.

Art. 2

Il Dipartimento e Attua si impegnano a collaborare per individuare specifici ambiti di collaborazione e ad attivare tutte le azioni necessarie alla realizzazione delle attività operative di interesse comune ai sensi del presente Protocollo di Intesa.

Art. 3

Il Dipartimento e Attua si impegnano a rendere disponibile e a condividere reciprocamente, alle condizioni e con le modalità di volta in volta definite attraverso appositi accordi tra le parti, il proprio patrimonio di conoscenze e competenze necessarie per la realizzazione dei progetti di cui al precedente articolo.

Art. 4

Per le finalità stabilite nell’art. 2 potranno essere costituiti tra le parti appositi Gruppi di Lavoro che avranno il compito di individuare tutte le iniziative necessarie per il pieno raggiungimento delle finalità previste dal presente Protocollo e degli obiettivi del singolo progetto e potranno essere affiancati da esperti, nei diversi settori, da essi identificati di comune accordo.

Art. 5

Il Dipartimento e Attua si impegnano a progettare congiuntamente azioni e attività dirette per promuovere gli obiettivi comuni nonché a realizzarli attraverso la stipula di specifici accordi.

Art. 6

La collaborazione nella stesura dei progetti non comporta alcun onere finanziario diretto a carico degli enti sottoscrittori.

Art. 7

Il presente Protocollo d’Intesa ha la durata di 3 anni decorrenti dalla data di trasmissione, tramite posta elettronica certificata, dell’originale dell’Atto, munito di firma digitale, ad opera della parte che per ultima ha apposto la sottoscrizione.

Alla scadenza del presente Protocollo di Intesa, il Dipartimento e Attua dispongono sin da ora la possibilità di rinnovarlo, con Atto aggiuntivo che richiami i contenuti e i termini riportati nel presente Atto, previa delibera delle rispettive Amministrazioni.

In caso di rinnovo, il Dipartimento e Attua valutano se sottoporre il Protocollo a eventuale revisione e aggiornamento.

Letto, confermato e sottoscritto.

Napoli, lì 02 luglio 2024